• Aggiornamenti e novità

Ecosostenibilità: Trasporti

  • June 22, 2020

Il mondo contemporaneo si trova di fronte a sfide climatiche senza precedenti, e il settore dei trasporti emerge come punto focale per la necessaria transizione ecologica. Attraverso una serie di accordi e impegni, organizzazioni come l'IRU (International Road Transportation Union) e l'ITF (International Transport Workers’ Federation) hanno sottolineato la cruciale importanza di una transizione equa nel settore dell'autotrasporto, contribuendo così agli obiettivi climatici previsti nella COP28.

 

L'Italia, in particolare, affronta sfide significative nel settore dei trasporti, che nel 2019 rappresentava il 25,2% delle emissioni totali di gas serra. Mentre il PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza) propone iniziative per riformare la mobilità, la transizione ecologica richiede un impegno deciso verso l'elettrificazione dei trasporti e il potenziamento delle reti di ricarica.

 

L'analisi dei dati mostra che il trasporto su strada genera una percentuale considerevole di inquinanti atmosferici, evidenziando la necessità di affrontare le sfide in modo globale, coinvolgendo governi, imprese e lavoratori. IRU e ITF insistono sulla promozione di una transizione equa, migliorando le condizioni di lavoro degli operatori e rendendo la professione di autista più attraente.

 

La riflessione sulle sfide ecologiche si estende anche agli investimenti e al capitale umano. Il PNRR propone interventi che mirano a potenziare la rete elettrica e ad aumentare la flessibilità della domanda elettrica, sottolineando la necessità di investimenti in ricerca e sviluppo e nella produzione di batterie.

 

Al fine di sostenere l'Unione Europea nella transizione verso modalità di trasporto più sostenibili e nell'adempimento degli obiettivi di neutralità climatica, il Consiglio ha ufficializzato la sua posizione generale riguardo alle nuove normative sulla registrazione delle emissioni di gas serra nei servizi di trasporto.

 

Gli obiettivi principali della proposta, inclusa nel pacchetto legislativo per rendere più ecologico il trasporto merci, mirano a migliorare il calcolo e le informazioni sulle emissioni di gas serra nel settore del trasporto. Ciò consentirà ai clienti di fare scelte informate a favore delle opzioni di trasporto più sostenibili.

 

Il progetto di regolamento stabilisce un quadro normativo comune, basato sulla norma ISO, per la registrazione delle emissioni lungo l'intera catena del trasporto multimodale. L'obiettivo è garantire parità tra diverse modalità di trasporto, segmenti e reti nazionali dell'UE. Sebbene il calcolo e la comunicazione delle emissioni non siano obbligatori, devono essere rispettati se richiesti dalla normativa nazionale.

 

Il Consiglio ha apportato modifiche per evitare duplicazioni normative, facilitare l'implementazione da parte delle PMI e creare banche dati complete. Gli Stati membri avranno la possibilità di applicare norme più rigorose a livello nazionale, esclusi i trasporti effettuati dalle PMI.

 

Infine, sono state apportate modifiche ai poteri conferiti alla Commissione per coinvolgere gli Stati membri nell'attuazione del regolamento. Le fasi successive prevedono colloqui tra il Parlamento europeo e la presidenza entrante, dopo l'approvazione della posizione del Parlamento.

 

La proposta fa parte del pacchetto legislativo per rendere più ecologico il trasporto merci, contribuendo agli obiettivi di neutralità climatica dell'UE entro il 2050. La metodologia adottata segue la norma ISO 14083:2023, assicurando un allineamento globale. La proposta si focalizza su sette aree chiave, includendo la definizione di metriche armonizzate e regole di trasparenza per le emissioni di gas serra e l'implementazione di un sistema di verifica affidabile.

Condividi


News correlate

Aggiornamenti e novità

Real Estate: Posti Pallet

9. Real Estate: Dimensionamento del magazzino

Scopri di più
Aggiornamenti e novità

Ecosostenibilità: Logistica

7. Ecosostenibilità: Prospettive per un Futuro Eco-Responsabile

Scopri di più

Stai cercando un immobile?

Ti seguiamo in tutte le fasi di sviluppo dell’iniziativa immobiliare